domenica 10 maggio 2015

Festa della Mamma... più ricettina!!

Buongiorno a tutti!! Scusate la lunga assenza ma tra impegni vari e stanchezza non ho avuto modo di preparare nessun post.
Ma eccoci qua a parlare di una grande ricorrenza: "la festa della mamma". Nonostante sia diventata una festa commerciale come tante altre, soprattutto negli USA, non bisogna dimenticare il vero significato di questa giornata cioè quella di festeggiare tutte le mamme, che ogni giorno sono la base solida di ogni familia e ricordarci anche quelle che non ci sono più ma che hanno lasciato segni e ricordi indimenticabili nelle proprie case!!!
Dopo questa breve introduzione passiamo a qualche accenno storico che mi piacciono tanto.. :D
Partiamo dalla definizione di mamma:
"persona, in genere donna, che si occupa di qualcuno facendogli da madre o da guida morale e spirituale".
La figura della madre viene festeggiata e omaggiata fin dai tempi più antichi, i primi in assoluto i Greci. Essi festeggiavano Rhea, sposa di Crono e madre di tutti loro. Secondo il mito Crono era terrorizzato dall'idea di essere spodestato da uno dei sui figli per questo motivo soleva mangiarli appena nascevano. Ma un giorno Rhea decise di nascondersi in una grotta sull'isola di Creta dove partorì Zeus. A Crono, però, portò una roccia avvolta in un fagotto e  quando lo ingoiò morì. Per questo motivo i greci dedicarono una giornata all'anno alla loro madre divina.
Per quanto riguarda Roma invece, nel mese dei fiori, cioè maggio, veniva dedicata un'intera settimana, la "Floralia", alla Dea Madre (o Madre Terra): Cibele. I cristiani invece festeggiavano, nello stesso mese, chiamato anche mariano, la Madonna, come madre e guida per tutti.
Spostandoci un po' avanti negli anni arriviamo al 1600 e ci troviamo in Inghilterra. Durante il mese di marzo nacque il "Mothering sunday" per dare la possibilità a chi lavorava presso famiglie benestanti di tornare a casa per un giorno e trascorrerlo con la propria madre.
Arriviamo ai tempi più moderni e cioè il '900. Il primo Stato furono gli USA: nel 1870 l'attivista pacifista Julia Ward Howe propose il giorno della mamma come riflessione contro la guerra ma non ebbe successo finché, nel 1912 Anne M. Jarvis, rimasta orfana con una sorella cieca, chiese al Congresso di istituire la "giornata internazionale della mamma" in modo che tutti potessero omaggiarla finche fosse ancora in vita. Nel 1914 fu ufficializzata e la fondatrice scelse il simbolo: un garofano rosso per le madri in vita e uno bianco per quelle che non c'erano più, fiore utilizzato tutt'ora negli USA.
Infine troviamo l'Italia. La festa nasce sia a livello commerciale che religioso. Nel primo caso ci troviamo in Liguria, più precisamente a Bordighera, nel 1956. Il sindaco Raul Zaccari insieme a Giacomo Pallanca (presidente dell'"ente fiera del fiore e della pianta ornamentale di Bordighera-Vallecrosia") decisero di istituire un giorno dedicato alla mamma. L'anno successivo, più precisamente il 12 maggio del 1956, il parroco di Tordibetto, Otello Migliosi, la propose nel suo Paese in Umbria come festa religiosa per attribuire alla figura materna un'importanza spirituale. Nel frattempo Zaccari propose la ricorrenza in Senato ma con scarso successo perché venne dichiarato "inopportuno che sentimenti così intimi siano oggetto di norma di legge..". Nonostante questo venne festeggiata ogni anno fino al 2000 l'8 maggio, ma dato che la data cadeva anche in giorni infrasettimanali, si decise di spostarla ogni seconda domenica di maggio, in modo tale che tutti potessero festeggiare in famiglia (cosa venuta meno da quando ogni supermercato sembra dover fallire da un momento all'altro se la domenica non rimane aperto.. Scusate, piccola riflessione).
Ovviamente la festa della mamma non é lo stesso giorno in ogni paese del mondo. Qualche esempio:
- la II domenica di maggio viene festeggiata anche in Danimarca, Finlandia, Turchia, Australia e Belgio
- in Norvegia la II domenica di febbraio mentre in Argentina la II di ottobre
- in Francia é l'ultima domenica di maggio ed é chiamata "compleanno della famiglia"
- in Russia il 28 novembre
- a marzo nei Paesi San Marino il 15, in Slovenia il 25 e in Albania l'8.
Per ultimo ma non meno importante sono i simboli: Cuori, fiori (in Italia le rose mentre negli USA i garofano come già detto) tutto rigorosamente rosso, colore dell'amore.
Rosso come le fragole, frutto che in questo mese inizia a farsi vedere in ogni supermercato e soprattutto dai fruttivendoli. Allora perché non fare una bella crostata di fragole alla propria mamma con le proprie manine?
Ecco a voi allora una ricettina molto semplice di una delle torte più semplice e classiche di sempre

CROSTATA DI FRAGOLE
Ingredienti per 12 persone in una tortiera da più o meno 30cm
- 500g di pasta frolla;
- 500ml di crema pasticcera;
- una vaschetta di fragole da 200g.

La frolla e la crema potete prendere già quelle pronte ma per chi volesse fare tutto da se ecco qui le dosi:

PASTA FROLLA
- 125g di zucchero;
- 125g di burro;
- 250g di farina 00;
- 2 tuorli;
- un pizzico di sale
PROCEDIMENTO
Impastare insieme il burro ammorbidito con lo zucchero, aggiungere poi le uova e impastare fino ad assorbimento. In ultimo aggiungere la farina con il pizzico di sale e impastare non troppo a lungo, fino a che diventi un impasto omogeneo. Fare un panetto, avvolgerlo nella pellicola e riporre in frigo per una/due ore. Nel frattempo prepariamo la crema

CREMA PASTICCERA
- 500ml di latte;
- 2 tuorlo;
- 100g di zucchero;
- 75g di farina 00;
PROCEDIMENTO
Mettere il latte in un pentolino e portarlo ad ebollizione (se si vuole aromatizzare alla vaniglia mettere la  bacca insieme al latte e poi toglierla, cosi come le bucce di limone. Se invece volete usare le essenze tipo vanillina o aroma limone vanno aggiunte nell'impasto di uova, farina e zucchero)
Mentre aspettiamo il latte sbattiamo i tuorli con lo zucchero e poi aggiungiamo la farina. Prendere il latte bollente e aggiungerlo alla crema poco alla volta girando con una frusta. Riponiamo tutto sul fuoco e continuiamo la cottura a medio/basso fuoco fino a bollore o densità desiderata. Una volta pronta stendiamola su un vassoio, la copriamo a contatto con la pellicola, la lasciamo un pochino a temperatura ambiente per intiepidirla e poi la poniamo in frigo.

COMPOSIZIONE TORTA
Stendiamo la pasta frolla in un cerchio ad altezza più o meno di 5mm, foderiamo la teglia con la carta forno e poniamoci dentro la pasta precedentemente bucherellata. Cuociamo in forno preriscaldato a 180 per 15 minuti o comunque fino a leggera doratura. Attenzione a non farla cuocere troppo altrimenti risulterà troppo dura.
Una volta raffreddata la base aggiungiamo la crema pasticcera e in ultimo le fragole tagliate a fettine. Per ricoprire il tutto ci sono vari modi:
- un velo di zucchero a velo;
- gelatina alimentare;
- qualche cucchiaio di marmellata di fragole sciolta a bagnomaria e spennellata sulla frutta.
Servire ben fresca!!

Per un tocco originale in più (e aumentare le calorie) tra le fragole e la crema si possono aggiungere dei piccoli ciuffetti di panna montata!! ;)

Buon appetito e tanti auguri a tutte le mamme!! Alla prossima.. Che sarà presto!! Ve lo prometto!!
Ciao ciao e buoni dolci a tutti


Nessun commento:

Posta un commento